Ti aspetto e ti parlo piano

Vaneggiamenti di un padre in attesa

Season 1 Episode 5 – La Paura

Ciao spettacolo di un cuoricino,

Cominciamo con lo scusarci per il weekend stressante che hai dovuto sopportare. Non ti nascondo che sono un pò preoccupato e ti chiedo di tener duro ancora un pochino.

Vedi, la mamma è medico “specializzando”; la sua specializzazione Neurospichiatria Infantile: Lascio a Mamy il compito di spiegare bene cosa è, sappi solo che tutti i tuoi amichetti che vengono a giocare a casa si ritroveranno a fare test e rispondere a domande… (hehe scherzo). Come medico specializzando la mamma lavora all’ospedale, dalla mattina a sera. Proprio perchè è una persona speciale, altruista che crede molto nell’idea di aiutare gli altri, la mamma nel suo tempo libero ha poi deciso di dare una mano anche come Medico di Guardia, aiutando le persone che hanno problemi (non è volontariato eh! viene pagata e da li arriverà buona parte della tua paghetta).

Così capita che oltre al suo lavoro debba essere in ambulatorio per 12 ore filate anche di notte, oltre che nei fine settimana anche di giorno. Ecco quindi che per sostituire altri (vedi Episodio 4) si è trovata a fare il turno in guardia medica ben 4 volte negli ultimi giorni. E’ per questo che sono preoccupato. Sai qui c’è un caldo afoso e pesante, per una donna incinta farsi 36 ore di ambulatorio di fila non è il massimo; fallo 4 volte in una settimana ed ecco che è tosta davvero. Mamy è così, si è presa un impegno e lo porta a termine, l’adorerai anche per quello… ma per ora tieni duro eh!

Mercoledì ce ne andiamo tutti al mare, tra coccodrilli gonfiabili, bagni in mare, partite di biglie e relax totale. E’ anche il suo compleanno domenica!

Mi piacerebbe scriverti sempre cose che ti facciano sorridere, ma oggi ti parlo di come mi sento. Scoprirai un giorno che aspettare un figlio è qualcosa di incredibile… che sto scoprendo giorno per giorno. La felicità più grande che ti segue ovunque tu vada, un pensiero fisso che non ti abbandona e li dietro a ruota, ben nascosta in una coltre di fumo, c’è la paura. Raramente nella vita capita di essere pervasi contemporaneamente da due sensazioni tanto opposte e contrarie. Di solito o provi una o provi l’altra. La paura non ti molla mai di questi tempi, e probabilmente da ora in avanti, anche quando sarai grande, quella stessa paura mi seguirà per il resto dei miei giorni.

E’ qualcosa a cui devo abituarmi. Sino ad oggi uno dei miei più grandi vanti era quello di non aver paura pressochè di nulla; questo mi agevolava parecchio, lasciava la mia incoscenza ed i miei istinti liberi di scegliere per me. Continuavo a ripetermi che sbagliare era fondamentale per imparare e nulla mi avrebbe fatto mai cambiare idea. E così mi buttavo nelle cose anche più impossibili, ci credevo ad occhi chiusi, e non ho mai ceduto alla paura di perdere qualcosa o qualcuno perchè tanto non avrei mai perso l’unica cosa che contava: me stesso.

Questo modo di vivere che tanto adoro mi porta a credere in cose, persone e sogni che altri non avvicinerebbero neanche. Credere nelle persone a discapito delle apparenze è una cosa complessa  e rischiosa, che non mi ha mai spaventato finchè il rischio era solo il mio. Oggi c’è il tuo cuoricino pulsante di vita che chiede protezione e, pur essendo ancora “early days” sento che avrai necessariamente un impatto sul mio modo di vivere, oltre che sulla mia vita.

Le parole della Ginecologa Russa qualche settimana fa sembravano volermi preparare al peggio, ma hanno rinvigorito il mio spirito e generato una gagliarda voglia di darti tutto il mio supporto, anche oltre ai limiti consentiti. Ma voglio che tu senta che ci siamo, che ci crediamo e che se sceglierai di venire quaggiù noi saremo pronti per te. Anche la mia testarda ed insolente incoscenza ha dovuto cedere il passo alla paura che tutto questo possa essere per niente… ma parlartene come faccio ora aiuta a rinvigorire la speranza. Ti ho visto pulsare di vita, ora voglio che tu senta il nostro pulsare per te.

La paura è entrata in gioco quindi, ma una cosa la devi sapere, tuo padre non è uno che si rassegna mai facilmente!

Tieni duro e resta sereno, andrà tutto bene… Giuliano farà sempre il suo “porco” lavoro (Cit. IPchicca)… In Giuliano We TRUST!!!

Annunci

1 commento»

  Sabry wrote @

Dai cuoricino bellissimo tieni duro!
E anche tu Papy!

Un abbraccio a tutti!
Sabry


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: